Home / Guide più lette / Modulo disdetta Infostrada: Dove trovarlo e a quale indirizzo inviare

Modulo disdetta Infostrada: Dove trovarlo e a quale indirizzo inviare

Disdetta Infostrada

 Sono tantissimi i motivi che ti portano a cercare il modulo disdetta Infostrada.

Magari vuoi passare a un altro gestore telefonico, capace di offrirti tariffe migliori, oppure vuoi semplicemente cessare la linea.

In ogni caso, c’è sempre un modo per porre fine al contratto che hai con il gestore in questione.

Basta analizzare, caso dopo caso, tutte quelle che sono le varie alternative e capire quale iter seguire.

 

 

Ti ricordiamo, infatti, che ogni tipologia di disdetta ha sia delle sue regole, che dei suoi tempi.

Se non si seguono, si rischia di dover pagare delle salate penali che, a conti fatti, sarebbe sempre meglio evitare.

Modulo disdetta Infostrada: dove lo trovo?

Ormai, per tutti i gestori telefonici o quasi, i moduli disdetta si trovano sul sito ufficiale.

Non fa differenza Infostrada che, quindi, permette di venire in possesso del proprio modulo per effettuare la cessazione della linea, o la migrazione verso altro operatore, direttamente sul suo sito e, per la precisione, nell’Area Privati 

Ecco, quindi, che sarà sufficiente andare a cliccare sul documento che si ricerca e procedere con il salvare lo stesso sul proprio pc. Questo andrà poi completato e inviato all’indirizzo che ti indicheremo qui di seguito.

 

 

Il modulo appena scaricato e poi completato in tutti i suoi punti, dovrà essere sempre inviato con raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo:

WIND TELECOMUNICAZIONI S.p.A. – Casella Postale 14155, Ufficio Postale Milano 65, Cap 20152 Milano (MI).

Ricorda di allegare sempre una copia di un documento di identità valido dell’intestatario della linea, altrimenti il tutto non risulterà valido.

Info utili da sapere: compilazione e penali

Vediamo, quindi, come si compila e cosa si deve fare nello specifico.

Il modulo scaricato dovrà essere scaricato in ogni sua parte con i dati dell’intestatario della linea telefonica e dell’abbonamento che si desidera disdire.

Ecco, quindi, che se non sei tu in persona, dovrai inserire quelli che sono i dati dell’altra persona, che ha sottoscritto l’abbonamento.

Dopo aver inviato, all’indirizzo sopra indicato, il modulo disdetta Infostrada, dovrai aspettare almeno 30 giorni per la presa in carico da parte del gestore telefonico.

Solo dopo questo passaggio, quindi, vedrai il tuo contratto annullato. Nel frattempo, però, dovrai continuare a pagare la bolletta, altrimenti pagherai delle penali.

Come spesso accade, anche Infostrada ha stabilito di costi per la disattivazione della linea telefonica. Questi sono, quindi, pari a 35 euro nel caso in cui chiedi di migrare in TIM e di 65 euro se, invece, decidi di chiudere la linea senza passare a un altro operatore.

Per gli apparecchi dati dal gestore in comodato d’uso, questi vanno restituiti. Come? In un centro Wind/Infostrada tra i tanti che si trovano su tutto il territorio nazionale.

In questo caso, il termine massimo è di 30 giorni dopo la disattivazione del contratto. Se, invece, si desidera riscattare il modem wireless o altra apparecchiatura, allora si deve procedere in questo modo.

Wind chiede una quota pari a 40 euro a dispositivo nel caso in cui non siano ancora trascorsi 24 mesi dalla sottoscrizione del proprio contratto telefonico. Se, invece, si è stati abbonati per più di due anni, il costo per il riscatto è di 1 euro ad apparecchio.

Come puoi notare, stando a quanto detto l’iter che parte dal modulo disdetta Infostrada e che arriva alla cessazione totale della linea, o al passaggio a un altro operatore, è semplice e lineare.

 

 

L’importante, come sempre, è fare tutto quello che viene richiesto entro i termini stabiliti da contratto, così da non dover pagare delle sanzioni che, a conti fatti, andrebbero a rendere il tutto più costoso.

Altri articoli per approfondire: 

Disdetta Infostrada