Come restituire il modem a Fastweb

come restituire il modem di fastweb

Una volta disdetto il servizio di Fastweb, bisogna ridare il modem alla compagnia? Cosa si deve fare per non incorrere in delle penali? Come bisogna restituire i dispositivi presi a noleggio? Dove bisogna portarli ed entro quando? Andiamo a dare risposta a tutte queste domande.

Quando firmiamo un contratto, nel momento in cui lo firmiamo, sembra che debba durare per sempre. Purtroppo non è così, soprattutto per quanto riguarda la linea internet.

Le varie compagnie si fanno la guerra per accaparrarsi fino all’ultimo cliente e combattono giocando al ribasso con i prezzi. La formula vincente è più servizi possibili al costo minore possibile.

 

 

Giusto, perché quello che facciamo noi clienti è guardare al portafoglio e cercare di risparmiare il più possibile. Quindi, la nostra ricerca del miglior servizio a volte si riduce alla caccia dell’offerta più conveniente ed economica.

Tutto questo ritmo di cose ci porta a cambiare compagnia spesso e, con molta probabilità, ci siamo trovati più volte a dover pensare: “Ecco, ora cosa devo fare per recedere dal contratto che ho sottoscritto?”

Per quanto riguarda Fastweb è davvero semplice, ne abbiamo parlato anche nella nostra apposita guida.

Una volta disdetto il contratto, bisogna restituire il modem a Fastweb? La risposta è sì.

A meno di specifiche contrattuali, gli apparecchi che ci vengono dati al momento della stipula del contratto ci sono affidati a noleggio o in comodato d’uso, ma non appartengono a noi1)https://www.fastweb.it/adsl-fibra-ottica/trasparenza-tariffaria/?footer-portale=link-privacy.

Una volta richiesta, quindi, la disdetta, ci dobbiamo preparare ad impacchettare tutta la roba (HAG, Modem, kit Wi-Fi, Access Point Wi-Fi, telefono cordless e scheda Wi-Fi per il personal computer) per riportarla indietro.

Cosa si deve fare per non incorrere in delle penali?

Rispettare tutti i termini dell’accordo precedentemente preso e sottoscritto con la compagnia è indispensabile. Questo vuol dire, in pratica, non soltanto leggere le indicazioni generali su internet, sul portale di Fastweb, ma anche prendere in mano il nostro contratto cartaceo e leggerlo bene, clausola per clausola.

 

 

In caso di mancata restituzione dei vari dispositivi o di ritardo della consegna, Fastweb procederà con l’addebito di penali (tra le dieci euro circa alle cento undici euro per apparato).

Come bisogna restituire i dispositivi presi a noleggio o in comodato d’uso?

Innanzitutto, dopo aver chiesto la disdetta del servizio a Fastweb, sarà la compagnia a mandarvi un SMS (oppure una email) per comunicarvi la procedura da adottare riguardo l’invio dei suoi dispositivi.

Insieme alla procedura, viene mandato al cliente il “codice convenzione”, che vi serve per spedire gli apparecchi tramite le Poste Italiane gratuitamente.

Dove bisogna portare il Modem? Entro quando?

Potrebbe pure capitare, però, che il messaggio di Fastweb si perda da qualche parte, non arrivi e noi non possiamo rischiare, per questo, di pagare i soldi della penale.

È necessario allora tentare ogni strada possibile per mettersi in contatto direttamente con l’assistenza di Fastweb, tramite il numero di telefono 146 oppure tramite la pagina Facebook.

Allora, bisogna stare molto attenti e ricordare che è assolutamente necessario restituire i pezzi entro, e non oltre, 45 giorni dalla disdetta del servizio.

Tutto quello che appartiene a Fastweb va impacchettato per bene e con tanta cura, possibilmente dentro la sua confezione originale.

Dentro il pacco bisogna mettere anche tutti i nostri dati personali e le informazioni principali relative alla nostra linea internet.

Tutto quanto va spedito a

SDA Express Courier SPA, SS 11 Angolo SP 13, 20064 Gorgonzola (Milano).

 

 

A spedizione effettuata, l’ultimo passo è assicurarsi che il pacco arrivi a destinazione o che, comunque, Fastweb sappia che il cliente ha fatto il suo dovere: bisogna dichiarare di aver spedito il Modem tramite fax al numero 02-454011077.

Mai dare per scontato che tutto sia proceduto per il verso giusto senza la conferma da parte del destinatario. Essere cauti e previdenti non è mai un difetto.

Fonti   [ + ]

1. https://www.fastweb.it/adsl-fibra-ottica/trasparenza-tariffaria/?footer-portale=link-privacy