Home / Casa e persona / Disdetta UIL, come fare per revocare l’iscrizione al sindacato

Disdetta UIL, come fare per revocare l’iscrizione al sindacato

disdetta uil

Nel nostro Paese i sindacati hanno svolto e svolgono tutt’ora un ruolo molto importante nella politica e nella salvaguardia dei lavoratori.

Lo scopo per cui sono nati i sindacati è la tutela delle parti (datore e dipendente) affinché siano rispettati i termini per un giusto trattamento dei lavoratori e tutela delle aziende.

I sindacati italiani prevedono per coloro che vogliono iscriversi un tesseramento il quale semplicemente consiste nella sottoscrizione di un accordo tra il tesserato e il sindacato in cui il tesserato consente una detrazione mensile dalla busta paga di una piccola cifra (trattenuta sindacale) in cambio di assistenza e fruizione di servizi in forma gratuita o agevolata presso il sindacato.

 

 

Tra i 4 grandi sindacati italiani troviamo la UIL (Unione italiana del Lavoro) nata nel 1950 come riferimento dell’Italia socialdemocratica e riformista tra i cui pilastri vi è anche l’impegno per il Mezzogiorno, segno distintivo del sindacato.

In questa breve guida vedremo come fare la disdetta dal sindacato UIL, la modulistica e la documentazione occorrente.

I perché si fa parte di un sindacato

Iscriversi al sindacato è un’operazione semplice dettata dalla sottoscrizione di un accordo tra il lavoratore e il sindacato con cui il tesserato accetta di cedere mensilmente dalla propria busta paga una trattenuta sindacale in cambio di assistenza, consulenza ed erogazione di servizi in forma gratuita o agevolata per tutta la durata del tesseramento.

Si può revocare il tesseramento?

Assolutamente sì, il tesserato è sempre libero di disdire dal proprio sindacato e il più delle volte, è motivato dai seguenti fattori, personali e dettati da cambiamenti lavorativi.

In ogni caso, a prescindere dalle motivazioni che ogni tesserato ha per effettuare la disdetta dal sindacato, quest’ultimo ha l’obbligo di accogliere la richiesta senza pretendere motivazioni a riguardo.

 

 

Come fare disdetta a UIL?

Per procedere alla revoca del tesseramento UIL e all’interruzione del versamento della trattenuta sindacale, sarà necessario effettuare le comunicazioni ai seguenti soggetti per mezzo di raccomandata A/R:

  • Ufficio amministrativo dell’azienda o del datore di lavoro del tesserato;
  • Ragioneria Territoriale della provincia se sei dipendente scolastico (insegnante o personale ATA);

La modulistica è disponibile online anche in formato modificabile WORD e comprende anche il modulo di revoca sindacale. È importante non inviare alcuna comunicazione al sindacato, non serve.

Per completare la documentazione da allegare nella nostra comunicazione ufficiale, dovremo fornire:

  • Una fotocopia del documento d’identità del tesserato;
  • Una fotocopia del codice fiscale;

Nel caso di problemi o difficoltà con la procedura, è sempre valido recarsi presso il sindacato UIL da cui si desidera effettuare la disdetta per ricevere assistenza anche per la revoca del tesseramento da quello stesso sindacato: non temere, il sindacato ha l’obbligo di accogliere la tua richiesta e assisterti affinché sia completata.

 

 

Nota bene: qualora tu sia un insegnante o fai parte del personale ATA, le comunicazioni per la disdetta dal sindacato UIL dovrai inviarle sempre alla ragioneria territoriale della provincia indicando nella modulistica:

  • Numero di partita fissa del cedolino;
  • Nome del sindacato da cui si desidera svincolarsi (UIL);