Disdetta Eni Plenitude (ex Eni Gas e Luce)

Come Disdire Contratto Eni Plenitudine

Eni Plenitude (ex Eni Gas e Luce) è una delle maggiori aziende che distribuiscono energia in Italia, nonché la maggiore compagnia energetica italiana.

I servizi di Gas e Luce sono scelti da milioni di italiani grazie alla rete di punti vendita e centri assistenza disseminati in tutto il territorio nazionale che permette un contatto di vicinanza con i clienti per ogni tipo di necessità.

Tuttavia, ci sono situazioni in cui il cliente potrebbe scegliere di richiedere ed effettuare la disdetta Eni Plenitude per svariati motivi e che questa procedura possa risultare a lui sconosciuta.

 

 

Se sei transitato su questa pagina significa che la tua decisione l’hai presa e che quindi hai deciso di andare fino in fondo nel disdire la fornitura luce e gas di Eni Plenitude.

In questa guida ti forniremo le istruzioni necessarie affinché sia chiaro come recedere il contratto di fornitura elettrica e gas da questo fornitore.

Disdetta Eni Plenitude: perché si può decidere di disattivare il contratto

Il libero mercato ha migliorato in un certo senso la qualità dei servizi offerti ai consumatori, con le compagnie che periodicamente si sfidano per innalzare l’appetibilità e la completezza dei loro servizi per aumentare il bacino di utenti.

A volte per svariati fattori non tutto può andare come sperato e tu come consumatore, sei tutelato affinché possa passare ad un altro fornitore senza problemi di natura economica.

I motivi possono essere molteplici: potresti aver trovato una nuova e vantaggiosa offerta commerciale per cui desideri interrompere i tuoi rapporti con l’attuale fornitore, o per disservizi legati al servizio e all’erogazione dell’energia.

Tutte problematiche che non devono farti preoccupare: hai tutto il diritto di effettuare il recesso.

Come disdire un contratto Eni Plenitude

Puoi effettuare la disdetta Eni Plenitude richiedendo questa procedura recandosi presso uno degli Energy Store disseminati in tutto il territorio nazionale (cliccando qui potrete trovare il punto vendita più vicino a voi).

In alternativa, potrete contattare il numero verde di assistenza clienti 800 900 700 dal telefono fisso oppure il numero 02.444141 da cellulare.

Un’altra scelta è collegarsi sull’area personale MyEni e compilare il modulo di disdetta della luce oppure del gas.

Un altro modo per entrare in contatto con l’azienda e ricevere così assistenza è contattare i profili social ufficiali della compagnia; qui troverai operatori qualificati offriranno assistenza clienti a te gratuita.

 

 

Cosa è richiesto per effettuare la disdetta?

In qualsiasi dei modi tu abbia deciso di effettuare la disdetta, la documentazione richiesta sarà sempre richiesta, cambierà solo il mezzo con cui eserciterai il tuo diritto di recesso. Vediamo nel dettaglio cosa ti verrà richiesto:

  • Documento d’identità in corso di validità dell’intestatario del contratto di fornitura elettrica e gas;
  • Codice fiscale dell’intestatario;
  • Codice POD o PDR (si trova nella bolletta, da portare con sé qualora ti dovessi recare personalmente ad uno degli Energy Store.
  • Compilazione del modulo di ripensamento (se ti dovessi recare presso l’Energy Store o dovessi autonomamente effettuare la procedura online dal sito ufficiale);

Come esercitare il diritto di ripensamento

Qualora avessi sottoscritto un contratto con Enel da meno di 14 giorni puoi usufruire del diritto di ripensamento senza alcun tipo di penale a tuo carico.

Unico ostacolo che devi tenere ben a mente per usufruire di questo tuo diritto è che il contratto deve essere stato sottoscritto fuori dai locali commerciali dell’azienda, tramite internet oppure telefonicamente.

Per velocizzare i tempi potrai inviare una raccomandata A/R all’indirizzo:

Eni Plenitude S.p.A. Società Benefit Corrispondenza Clienti – Casella Postale 71 – 20068 PESCHIERA BORROMEO (MI)

Disdetta oltre i 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto

Superati i 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto e quindi il termine per esercitare il diritto di ripensamento, potrai comunque effettuare la richiesta di disdetta vera e propria con le stesse modalità sopra descritte, con l’unica variazione della modulistica: il modulo questa volta sarà di disdetta e non di ripensamento.

Inoltre, dopo i 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto, ogni fornitore è tenuto a restituire il deposito cauzionale entro 30 giorni dalla cessazione.

Costi per la disdetta e come riavere il deposito cauzionale

Il costo per la disattivazione della fornitura è pari a 23 euro più IVA.

In caso di disdetta per cambio fornitura non è da sostenere alcun costo, poiché sarà il nuovo gestore a sobbarcarsi tutti gli oneri economici collegati alla disdetta.

 

 

Di solito, il deposito cauzionale viene restituito all’intestatario automaticamente nell’ultima bolletta di conguaglio quando avviene la cessazione del contratto.

Speriamo di essere stati utili per te e di averti dato le giuste informazioni per velocizzare le procedure di disdetta dalla fornitura di Eni Plenitude.