Home / Telefonia fissa e Adsl / Disdire ARIA: guida facile e veloce

Disdire ARIA: guida facile e veloce

aria screen

In questo nuovo appuntamento, vi aiuteremo a capire come effettuare disdetta da Aria, se avete oramai deciso irrevocabilmente di passare ad un nuovo operatore di telefonia e Internet Adsl.

ARIA è un servizio che offre internet, chiamate e messaggi per tutti, grazie all’utilizzo di una tecnologia chiamata Wimax.

Questa tecnologia permette alla società di abbattere le barriere di connessione mancante e impossibilità della banda larga per tutte quelle persone e aziende che sono situate in zone rurali e che non riescono ad accedere ai normali servizi di connessione Internet, a causa della mancanza di reti telefoniche e cavi per l’accesso all’ADSL o alla fibra ottica.

 

 

Con ARIA questo è possibile grazie a un nuovo sistema studiato per raggiungere anche le zone rurali, attraversi una rete satellitare che opera appunto nell’aria e non attraverso dei cavi come per le tradizionali reti ADSL.

Come fare disdetta da ARIA

Per effettuare la disdetta da ARIA, dovete innanzi tutto controllare il contratto stipulato con l’azienda, in caso di recesso prima della scadenza del contratto, bisognerà compilare un modulo di disdetta con tutti i vostri dati anagrafici, i dati della vostra linea e del vostro numero di contratto, la disdetta ad aria dovrà essere inoltrata almeno 60 giorni prima della scadenza naturale del contratto in caso non vogliate rinnovarlo.

I documenti per la disdetta vanno inviati tramite raccomandata.

L’indirizzo cui spedire il tutto è il seguente:

ARIA SPA
Servizio Clienti
Via Enrico Forlanini 23
20134 Milano (MI)

I costi di disattivazione in caso di disdetta ad ARIA prima dei 24 mesi di servizio, da corrispondere direttamente all’azienda sono pari a 41,67 euro, ai quali si somma la cifra di 73,77 euro per la disinstallazione dell’apparato outdoor.

 

 

In caso di contratto stipulato da meno di quindici giorni, si può chiedere il recesso immediato senza pagamento di penali, grazie alla legge Bersani sul recesso contrattuale entro e non oltre i quindici giorni dalla stipulazione del contratto.