Home / Rimborsi / Rimborso Faschim: come fare per ottenere il Fondo Nazionale di Assistenza Sanitaria

Rimborso Faschim: come fare per ottenere il Fondo Nazionale di Assistenza Sanitaria

Faschim

Con l’acronimo Faschim si indica il particolare Fondo Nazionale di Assistenza Sanitaria per i lavoratori dell’industria chimica, chimico farmaceutica, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e gpl, minerario e coibenti.

L’adesione al fondo è libera ed i contributi da versare, qualora si decida di diventare soci del fondo , sono stabiliti in base ai contratti collettivi vigenti.

Lo scopo del fondo è quello di fornire rimborsi per le spese sanitarire sostenute dai soci e, in misura limitata, dai loro familiari: in particolare oltre al lavoratore socio hanno diritto ad usufruire delle agevolazioni del fondo il coniuge ed i figli al di sotto dei trenta anni.

 

 

Per fare ciò il Fondo provvede a stipulare convenzioni con diversi enti che si occupano di fornire assistenza sanitaria, in modo da erogare il loro servizio gratuitamente per i membri, entro i limiti previsti dal Fondo stesso.

Andiamo ora ad illustrare in quanto segue, come ottenere il rimborso per diversi casi in cui il socio sostenga delle spese sanitarie.

Per quanto riguarda spese odontoiatriche i requisiti per avere il rimborso sono diversi:
In generale, complessivamente, il massimo rimborso annuo ottenibile non puà superare i tremila euro.

Per spese generali è previsto un rimborso del 40% delle spese, fino ad un massimo di 300 euro annui

In caso di spese per protesi o implantologie, è previsto un rimborso fino al 40% di quanto speso, ma da tale importo viene sottratta una franchigia di 500 euro; in altri termini, all’ammontare speso vanno sottratti 500 euro e su questi viene poi calcolato il 40% di rimborso.

Per spese di ortodonzia, il rimborso è disponibile solo entro i 26 anni di età, fatta eccezione per pazienti disabili, per i quali è sempre possibile ottenere il rimborso delle spese sostenute.
Per quanto riguarda i ticket, il fondo Faschim ne rimborsa sempre l’intero ammontare. Per ottenere il rimborso è necessario avere la seguente documentazione:

  • Ricevuta del ticket per cui si vuole avere rimborso
  • Fotocopia della prenotazione o del referto della visita effettuata
  • Un documento di identità

Il fondo Faschim prevede anche la possibilità di ottenere un rimborso mediante procedura online.

Per fare questo, bisogna come prima cosa effettuare l’accesso al profilo personale del socio, registrato al momento dell’iscrizione al fondo e prima di effettuare il primo versamento.

Una volta fatto accesso all’area riservata al socio, scegliendo l’opzione ‘richieste online’ si potrà accedere ad una pagina con i campi relativi alle informazioni necessarie per il rimborso, da compilare nella sua interezza.

Fatto questo, seguendo le istruzioni del sito è possibile caricare delle scansioni della documentazione richiesta che, nuovamente, consistono nel ticket e la prenotazione od il referto della visita.

Bisogna fare attenzione alle dimensioni dei file, che non possono eccedere i 2 megabyte.

Completata la procedura, si riceverà una mail di conferma della richiesta effettuata e poi, in seguito, una seconda mail che comunicherà al socio se la sua richiesta di risarcimento sia stata accolta o meno.

Lo stato della pratica è monitorabile accedendo alla sezione ‘rimborsi’ del profilo personale del socio.

Per richieste di rimborso ticket inviate per posta è necessario innanzitutto scaricare l’apposito modulo: sul sito ufficiale Faschim c’è la sezione dedicata ai moduli ed ognuno è corredato dalla descrizione relativa al tipo di richiesta da effettuare, in modo che il socio possa scaricare quello adatto alle proprie esigenze.

Al modulo completamente compilato vanno allegati nuovamente la copia del ticket, una fotocopia della carta di identità e la documentazione relativa alla visita quindi, come già visto, prenotazione o referto.

I documenti vanno inviati all’indirizzo:

FASCHIM c/o POSTEWELFARE SRL

Viale Beethoven 11 – 00144 Roma

 

 

Per quanto riguarda informazioni da chiedere o assistenza per rimborsi, è possibile contattare Faschim tramite diversi canali:

  • Telefonando, gratuitamente da numeri fissi, al numero verde 800 199 958, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00
  • Telefonando al numero solo per cellulari, a pagamento, 06 89 37 16 78

Inviando una email, in base alle proprie esigenze e solo nel caso non siano attivi i numeri telefonici, ad uno dei seguenti indirizzi: convenzioni@faschim.it; contributi@faschim.it; sede@faschim.it