Home / Casa e persona / Pin INPS: revoca, smarrimento e conversione. Come fare?

Pin INPS: revoca, smarrimento e conversione. Come fare?

Pin inps

A cosa serve il Pin Inps? Come comportarsi in caso di smarrimento del Pin assegnato? Cosìè la revoca?

I dubbi circa questo fantomatico codice sono molteplici: vediamo di risolverli, iniziando a esaminare a che cosa serve.

Il codice Pin Inps è utile ad accedere al 730 precompilato dispositivo.

Come fare in caso di smarrimento? L’utente, in tale situazione, può sfruttare la procedura chiamata “Ripristina Pin”, la quale si trova nell’apposita sezione dedicata, ossia la sezione PIN online, dove è possibile ottenerne uno nuovo.

 

 

Quando è possibile agire in questo modo?

Per poter ottenere un nuovo Pin è necessario avere dato all’Ente, al momento della prima richiesta del codice, almeno due contatti (cellulare, email e posta certificata), dove è possibile inviare le otto cifre del nuovo Pin.

Servono due canali di invio per garantire al contribuente maggior sicurezza.

Dunque, in caso di smarrimento del codice, è necessario revocarlo oppure convertirlo. Vediamo nei prossimi paragrafi come fare.

Revocare e rispristinare il Pin Inps: ecco la procedura

Per revocare il codice in questione il contribuente deve presentare determinati dati, ossia il suo il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria, insieme alla scadenza della stessa; un indirizzo email o un indirizzo di posta elettronica certificata.

Tali dati vanno inseriti nell’apposita sezione online sulla homepage dell’Ente Previdenziale. Una volta fatto ciò bisogna digitare il codice di controllo composto da 7 caratteri alfanumerici.

Tale sequenza si trova nell’immagine che appare direttamente sulla schermata.

 

 

Una volta confermati questi dati all’utente dovrebbe apparire un messaggio che afferma che la richiesta di revoca del PIN è stata accettata, messaggio che viene confermato da una mail.

Su tale mail vengono indicati altri dati utili a completare la procedura. In particolare a tale mail viene allegato un link, su cui si deve cliccare per poi inserire il proprio codice fiscale unitamente al codice di revoca ricevuto via email.

È necessario dunque inserire il codice di controllo di 7 caratteri, come nel passaggio precedente. Una volta ricevuta la conferma della revoca del codice PIN, la procedura avvisa circa la possibilità di proseguire inoltrando una nuova richiesta di Pin.

Altre strade per revocare il Pin Inps

Se non avete i dati o non ve la sentite di procedere da soli online, ma gradite l’assistenza di un operatore, potete recarvi presso una qualunque sede INPS, dove potete richiedere un nuovo Pin.

Vi verrà consegnato un modulo da compilare, ossia il modulo che riporta la dicitura “Richiesta di assegnazione di un codice Pin dispositivo per il cittadino”, ossia il MV35.

Su tale documento dovete barrare la sezione CHIEDO legata all’opzione “sostituzione del PIN precedentemente assegnatomi con un nuovo PIN dispositivo”.

Infine è possibile parlare con un operatore tramite il Servizio Clienti del Contact Center, disponibile chiamando il numero verde 803 164 da rete fissa, oppure il numero a pagamento 06 164164 da telefono cellulare.

Convertire il pin Inps

Chi fosse già in possesso del codice ordinario e vuole invece trasformarlo in codice “dispositivo”, deve avvalersi della funzione online chiamata “convertire pin”, che si trova sulla home page.

Ma qual è la differenza tra il codice dispositivo e quello ordinario, per cui è necessaria una conversione?

Il codice ordinario serve per utilizzare i servizi di consultazione di dati legati alla propria posizione contributiva. Quello dispositivo, invece, serve quando si vuole fare domanda all’Istituto per ottenere prestazioni e benefici economici che spettano di diritto.

Per questo il cittadino deve chiedere la conversione, in quanto cambiano le sue esigenze.

Come procedere per la conversione?

Il contribuente deve inviare online tramite la home page INPS oppure attraverso un fax la copia del proprio documento di identità. In alternativa, se più comodo, è possibile recarsi presso una Sede Inps, dove il cittadino viene identificato senza necessita di inviare documenti.

Coloro che sono in possesso di un codice PIN ordinario devono appunto chiedere la conversione in quello dispositivo. Qualora non si fosse effettuata la conversione, ma si fosse già inviata la domanda di prestazione online, allora è possibile inoltrare lo stesso la domanda, pur essendo titolari del semplice pin ordinario.

Così facendo è possibile bloccare la decorrenza dei termini e aspettare che la domanda di prestazione venga trattata, cosa che avviene al momento della conversione del pin ordinario in quello dispositivo.

 

 

Anche per la conversione è possibile ottenere supporto ed assistenza tramite l’apposito Conctact Center, sia da rete fissa che da rete mobile (numero verde 803 164, gratuito da rete fissa; oppure il numero per i telefoni mobili: 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico dell’utente).