Templates by BIGtheme NET
Home / Telefonia fissa e Adsl / Disdire Impresa Semplice: la guida completa

Disdire Impresa Semplice: la guida completa

impresa semplice screen

Disdetta Impresa Semplice

Quando si parla di contratto con Impresa Semplice ci si riferisce ad un contratto Telecom includente in sé diverse promozioni rivolte ai possessori di Partita IVA e, dunque, a coloro che lavorano in proprio e alle piccole imprese.

Trattandosi di un contratto di telefonia, la sua durata supera l’anno; non è raro, quindi, che nell’arco di tale periodo il cliente possa maturare per le ragioni più svariate la decisione di chiudere il contratto.

Leggi anche:

Cancellare Cronologia Google

Disdetta Eni gas

I motivi, infatti, possono essere legati a fattori economici o semplicemente ad una insoddisfazione per il servizio ricevuto. Ad ogni modo, sia che si voglia passare ad un altro operatore, sia che vi sia un malcontento verso la società che eroga il servizio, la procedura da seguire per la disdetta resta sempre la stessa.

Si tratta di una procedura per nulla articolata che può essere messa in atto da tutte le persone che ne abbiano intenzione. È facilissimo richiedere la cessazione anticipata del rapporto con Telecom Italia basta, infatti, chiamare il Servizio Clienti 191 o il numero verde interamente gratuito 800.191.101.

Il Servizio Clienti Telecom vi metterà in contatto con un operatore al quale si comunicherà la decisione di disdire il contratto. L’esperto, dopo essersi accertato dell’esattezza del vostro indirizzo mail, provvederà all’invio sullo stesso del modulo di disdetta Telecom.

In particolare modo, mediante tale procedura si può determinare la rottura del contratto di abbonamento, la disattivazione di un servizio di telefonia o la cessazione del noleggio di un prodotto.

Se, questa modalità, comunque, dovesse risultare ai vostri occhi troppo articolata è possibile ricorrere al mezzo telematico compilando un modulo avente ad oggetto la disdetta Impresa Semplice, semplicemente scaricandolo da internet.

Nello specifico il modulo si presenterà in formato .doc. Esso, una volta compilato in ogni sua parte, dovrà essere inviato in forma di raccomandata all’indirizzo:

Telecom Italia Servizio Clienti Business – Casella Postale n.218 – 14100 Asti.

Come disdire il contratto con Impresa Semplice

È importante ricordare, tra le altre cose, che al modulo dovrà essere allegata una copia del documento di identità di colui a cui risulta essere intitolato il contratto e una copia dell’ultima fattura che risulta pagata o anche ricevuta.

Anche se si ha intenzione di disattivare soltanto determinati servizi supplementari o offerte è possibile redigere il modulo presente sul sito di Telecom Italia dopo aver effettuato la registrazione.

Al momento di registrarsi sarà necessario fornire il codice fiscale, il numero di telefono e il numero del conto Telecom Italia.

Per quanto riguarda i costi, a differenza di quanto accadeva in passato, la disdetta Telecom di Impresa Semplice non richiede il pagamento di penali grazie all’introduzione di nuove disposizioni.

In altre parole, ad oggi ognuno di noi si vede garantito il diritto di recedere senza andare incontro ad oneri aggiuntivi; ciò che è necessario è inviare formalmente una richiesta all’impresa che esercita il servizio mediante raccomandata. Va ricordato, comunque, che essa va comunicata 15 giorni prima della data di decorrenza della stessa cessazione.

Nello specifico, nel caso in cui la disdetta venga richiesta prima dell’anno di contratto, dovrà essere pagato un ammontare di circa 40€ in bolletta. Se, al contrario, la disdetta viene comunicata oltre l’anno, non vengono applicati costi di disattivazione.

Per specifiche disposizioni di legge, la disattivazione del contratto avrà luogo dopo 30 giorni dall’avvenuta ricezione della comunicazione di disdetta da parte di Telecom e, in tal caso, non saranno disposte penali ma solo costi aggiuntivi.

Può verificarsi, non a caso, l’ipotesi che all’interno dell’ultima fattura risultino addebitati i costi relativi ai beni accessori di cui Telecom è proprietario e che ha fornito in comodato d’uso e che non risultino resi. Di conseguenza colui che recede dal contratto è tenuto a restituire tutti gli apparati non acquistati da Telecom. Le modalità, tra l’altro possono essere apprese tramite il Servizio Clienti.

Senza contare, poi, le spese di mancata restituzione di cui sopra, rientranti nella fattura. Alla luce di ciò, può rivelarsi sempre molto utile controllare che nell’ultima fattura non vi siano presenti cifre superiori a quanto dovuto, e semmai provvedere subito all’invio di una lettera di diffida.

In linea di massima, dunque, la disdetta Impresa Semplice non richiede sforzi particolari, sia dal punto di vista pratico che economico.

La procedura si presenta, infatti, di facile comprensione e applicazione anche per coloro che non sono molto esperti in ambito di contratti e disdette; anche i costi risultano essere davvero contenuti, non superando i 50€ di spesa. Essa, tra l’altro, può essere facilmente evitata consegnando i beni accessori forniti da Telecom Italia nel caso in cui siano stati dati in comodato d’uso. Non c’è nulla di cui preoccuparsi, dunque, spesso disdire un contratto è più semplice a farsi che a dirsi.

Moduli da scaricare gratis per disdetta del contratto con Impresa Semplice:

Qui di seguito il modulo di disdetta Impresa Semplice